Bansky allontanato a Venezia

Bansky allontanato a Venezia

Siamo a Venezia, più precisamente in Piazza San Marco, a due giorni dall’apertura al pubblico della 58/a Biennale d’Arte.
Il noto street artist inglese Bansky si lamenta di non essere stato mai invitato per qualche oscuro motivo, e lui che fa? Espone le sue opere a mo’ di ambulante ma viene allontanato dalla Polizia Municipale Lagunare perché senza autorizzazione.

Il comandante dei Vigili afferma che sono stati allertati dai Guardians della presenza di un ambulante nel bacino di San Marco. Si sono avvicinati due agenti, hanno chiesto in inglese alla persona, la quale il viso non è mai apparso neanche sulle telecamere di zona, se avesse l’autorizzazione. Al no dell’ambulante è stato fatto allontanare senza multarlo.

Alla persona interpellata non sono stati chiesti i documenti, né la persona ha detto chi fosse.

Il tutto è stato registrato in un video, in cui si vede l’esposizione dell’opera e l’allontanamento da parte dei due agenti, in sincronia temporale con l’immagine di sfondo, in cui si vede una nave da crociera entrare nel porto di San Marco.

Stesso soggetto,  esposto in “Venice on oil”, nell’opera scomposta ad olio su più tele che è stata allontanata insieme al suo, presumibilmente, autore.

Bansky non è nuovo a Venezia, si è reso già protagonista di un blitz nella città lagunare, realizzando un murales sul muro di un’abitazione in Canal Rio de Foscari, rappresentando un bimbo naufrago con giubbotto di salvataggio e un fumogeno in una mano che lo illumina.

Torna su