Tecnologia del futuro, neanche troppo lontano

Tecnologia del futuro, neanche troppo lontano

Una realtà neanche troppo lontana quella prospettata dal fondatore dell’azienda Fast Future, Rohit Talwar, che assieme al gigante Huawei ha provato ad immaginare come sarà la nostra vita nel 2025.
Una data neanche troppo lontana se si pensa che già oggi la tecnologia ha totalmente rivoluzionato il nostro modo di vivere.

Sapevate ad esempio che esistono frigoriferi che tramite un’ app abbinata fanno visualizzare sul proprio smartphone cosa vi è all’interno del frigo e mandano un alert quando un prodotto è in scadenza?  Quante volte siete tornati a casa pensando che eravate troppo stanchi per prepararvi da mangiare?

Sembra davvero che nel futuro non ci sarà più questo problema perché la vostra cena si cucinerà in maniera totalmente autonoma grazie ad utensili dotati di sensori in grado di seguire le nostre ricette preferite.

Che dire invece della possibilità di fare le vacanze senza spostarsi dal salone di casa? Nel 2025 si potrà con l’ausilio di visore per la realtà aumentata.

Comodo ed economico, certo soltanto ”per finta”.  Per quanto riguarda invece il lato sentimental – romantico anche le maggiori app di dating rivoluzioneranno il loro modo di incrociare i dati.

Non sarà più necessario visionare i profili per trovare l’anima gemella ma bensì verranno raccolte le nostre preferenze, sogni, idee, insofferenze e saremo automaticamente abbinati con la persona perfetta per noi, ah l’amour!

La novità sostanziale più concreta è che l’intelligenza artificiale ci aiuterà ad inserirci nel mondo del lavoro.

Provvederà a scriverci il curriculum correggendo in maniera perfetta eventuali errori grammaticali.

Gli smartphone e gli smart watch ci aiuteranno invece a monitorare il nostro stato di salute.

A dirla tutta molte di queste cose esistono già. Pensiamo ai robot da cucina con le ricette già inserite nei quali basta ”soltanto” inserire gli ingredienti.

Cose all’avanguardia se si pensa a 30 anni fa ma sembra che nel 2025 si vada a migliorare la nostra connettività generale senza grandi sconvolgimenti

Torna su